Federico Costantini: “Anybody”, il nuovo singolo

Federico Costantini: “Anybody”, il nuovo singolo

Il nuovo singolo del dj producer italiano Federico Costantini è “Anybody”. Interpretato dalla voce di Davis Mallory e pubblicato da Deep Woods, la label della dj producer tedesca Pretty Pink, è un brano perfetto per far ballare il mondo in dj set nei top club e pure tra playlist e radio show. Il ritmo è ipnotico, l’arrangiamento essenziale ed efficace. La voce maschile fa il resto, lasciando il giusto spazio alla cassa della batteria, quella che dà sempre il tempo sul dancefloor.

Oltre 200.000 follower su Instagram, Federico Costantini oggi vive e lavora a Londra. Dopo aver imparato a suonare il piano e a produrre musica elettronica quando era molto giovane, ha fatto ballare come i dj alcuni dei top club di Roma, la sua città. Ha già pubblicato la sua musica su label di riferimento come 2Dutch, EGO Music, Teamwrkm Future House Cloud, Mood Records e molte altre. Tra i top dj che hanno supportato le sue tracce ci sono Tiesto, Dimitri Vegas & Like Mike, Nicky Romero, R3hab, Fedde Le Grand (…). Nel gennaio 2020 ha suonato per la prima volta al Ministry of Soud di Londra proprio accanto a Fedde Le Grand e da allora è un regular guest di questo club. Nella sua vita precedente, Federico Costantini è stato un attore di grande successo, poi ha scelto la musica.

Federico Costantini & Davids Mallory – Anybody
deepwoods.fanlink.to/iuBM

Federico Costantini su Instagram
https://www.instagram.com/costaxmusic

DAN:ROS: “Just Tell ‘Em” sulla sua Modulo Records, dj set a Sanremo… e tanta house

DAN:ROS: “Just Tell ‘Em” sulla sua Modulo Records, dj set a Sanremo… e tanta house

Mentre la recente “Perfect Love” uscita su There Was Jack spinge forte e raggiunge la top 100 di Beatport Hype House e la House Top 100 charts di Traxsource, il dj producer sammarinese DAN:ROS continua a pubblicare musica di qualità assoluta.

Il 27 gennaio è uscita su Modulo Records, la label gestita in prima persona da DAN:ROS e dal suo team “Just Tell ‘Em”. Come sempre quando si tratta di DAN:ROS, energia, melodia, piano house e ritmo non mancano mai. E’ un brano perfetto per muoversi a tempo con stile e sorrisi. E che succede il 16 febbraio ’23? Esce su Spacedisco Records una nuova collaborazione con la cantante israeliana Lilah Eliash: il brano è “Mind Games” ed è già decisamente molto atteso.

Dal punto di vista dei dj set a febbraio ’22 DAN:ROS è altrettanto attivo: il 7/2 porta il suo positive sound al party Party Gig Promotion del Gala di Sanremo. E la stessa sera si fa vedere (e soprattutto sentire) a Casa Sanremo. La sua è una esibizione The Club Casa Sanremo per Studio Più.

DAN:ROS – “Just Tell ‘Em” (Modulo Records)
https://www.traxsource.com/title/1936706/just-tell-em

Chi è DAN:ROS?

Per dj e appassionati di house e melodica e nu:disco, i generi di riferimento per DAN:ROS, su portali come Traxsource e non solo, il sound di DAN:ROS è una certezza.

Originario di San Marino, Danilo Rossini, al mixer DAN:ROS, fa il dj da sempre. A 15 anni già mixava con i giradischi Pioneer 1200 del fratello, per poi far ballare un po’ tutti i club che contano in Riviera Romagnola, compresa la Molo Street Parade. Da settembre 2019 ha iniziato a produrre musica con continuità nel suo studio di registrazione. La musica è da sempre sospesa piacevolmente tra house, nu disco, soulful, jackin’.. la costante è un mix vincente di ritmo e melodia decisamente positivo.

I risultati per le release di DAN:ROS sono già importanti. Ad esempio, sono già arrivati diversi remix per Juicy Music, la label del top dj Robbie Rivera (tra cui quello per Robbie Rivera & Dreamfreak – “Comfortable Pain”). Mentre già si parla di un nuovo disco con una label di riferimento assoluto in ambito ritmo e dintorni (la newyorkese Nervous Records), il primo disco del 2022 per DAN:ROS è “Superstition” (su In It Together Records).

Inferno: la compagnia giapponese KAZAN OFFICE protagonista allo Spazio Teatro Nohma – Milano l’1 e il 2 febb raio ‘23

Inferno: la compagnia giapponese KAZAN OFFICE protagonista allo Spazio Teatro Nohma – Milano l’1 e il 2 febbraio ‘23

La compagnia giapponese KAZAN OFFICE sarà protagonista del quarto appuntamento del Premio Internazionale di Spazio Teatro No’hma, a Milano (via Orcagna 2 –www.nohma.org), mercoledì 1 e giovedì 2 febbraio 2023, con lo spettacolo Inferno.

Nel monologo di Inferno l’ordinaria epopea dell’uomo contemporaneo si sovrappone alla discesa negli inferi del poeta della Commedia. L’inquietante rilettura di Kazan Office mette in contatto i versi del capolavoro dantesco con i codici espressivi del teatro Noh, entrambi filtrati dal linguaggio degli Youtubers, tra riprese con il cellulare e visori VR. Per il protagonista, everyman dei nostri giorni, l’incessante routine quotidiana si staglia su un futuro di incertezza, di vacuità di orizzonti; la prospettiva certa è solo una: per sopravvivere all’inferno della modernità, bisogna lavorare, ogni giorno di più e mantenersi costantemente competitivi. Al movimento di discesa nel terribile scenario dell’oltretomba si contrappone il movimento ascensionale di due performer di nouveau cirque, sospesi nell’aria come a purificare la scena.

«Ci sono diversi miti e leggende in Giappone, e i versi dell’Inferno di Dante sono stati di forte ispirazione per noi artisti nipponici» – spiega Kazan Tachimoto, attore protagonista del monologo. «Lo spettacolo risponde alla sfida di dare una lettura altra e totalmente “giapponese” dell’Inferno». La rilettura di capolavori occidentali attraverso i codici culturali di appartenenza è, nell’esperienza del Premio Internazionale, una pratica artistica che viene spesso sperimentata dalle compagnie asiatiche. In particolare, solo nella scorsa edizione, un’altra compagnia dal Giappone aveva portato in scena un comico e irriverente Macbeth in chiave Noh; gli artisti malesi di KL Shakespeare Players avevano invece concepito un originale intreccio tra le vicende di Re Lear e l’inquietante magnetismo della danza Butoh.

Quello di mercoledì 1 e giovedì 2 febbraio è il quarto della lunga serie di eventi che, tappa dopo tappa, stanno tracciando un nuovo itinerario attraverso realtà artistiche provenienti da tutto il mondo, all’interno di una rassegna che è diventata con il tempo la più prestigiosa fra quelle organizzate dal Teatro No’hma. Nel corso delle sue tredici edizioni, il Premio Internazionale è progressivamente cresciuto in termini di risonanza, raggiungendo numeri sempre più considerevoli: dal 2009 ad oggi si contano 52 Paesi partecipanti e 134 spettacoli per un totale di 71.000 spettatori, che grazie allo streaming e all’Onlife sono sparsi in tutto il mondo. Un palco grande quanto il mondo, per una platea che non conosce confini.

L’ingresso sarà come sempre gratuito e lo spettacolo sarà trasmesso in diretta streaming.

La prenotazione è obbligatoria ed effettuabile tramite il sito nohma o chiamando il numero 02/45.48.50.85.

INFERNO

basato sulla Commedia di Dante Alighieri

traduzione di Yukehiro Hirakawa

regia Nobusuke Kashima

con Kazan Tachimoto

musica Kota Nakazato

compagnia Kazan Office

La 33ª Edizione del Carnevale Aradeino in streaming su DiTutto il 19/02

La 33ª Edizione del Carnevale Aradeino in streaming su DiTutto il 19/02

Domenica 19 Febbraio, a partire dalle ore 15.30, dalla 33ª Edizione del Carnevale Aradeino il gruppo media Ditutto (media partner ufficiale della kermesse) e LecceVideo, in collaborazione con Inondazioni.it, effettueranno una DIRETTA TV STREAMING che sarà trasmessa dall’emittente pugliese Mediterranea TV. La Diretta, inoltre, sarà visibile sulle pagine Facebook Carnevale Aradeino, Ditutto Channel, Lecce Video, Inondazioni.it e sul canale Youtube DituttoMovie.

Alla conduzione del programma Tommaso Barone ed Emy De Donno che durante la Diretta, oltre a presentare i Carri Allegorici e dei Gruppi Mascherati che sfileranno alla 33ª Edizione del Carnevale Aradeino, intervisteranno gli ospiti Vip della kermesse direttamente dal Central Stage in piazza San Nicola. Gianfranco Ascalone e Gregorio Laganà saranno invece gli inviati tra pubblico per dei divertenti interventi live. La regia è curata da filmaker Gino Brotto. La diretta si potrà seguire su SmarTV e attraverso qualsiasi device collegato ad Internet come iPhone, Smartphone, Tablet, Pc, ecc. Info Diretta su www.ditutto.it

33ª EDIZIONE DEL CARNEVALE ARADEINO

Si svolgerà Domenica 19 e Martedì 21 Febbraio 2023 la 33°esima edizione del Carnevale Aradeino, evento ormai consolidato negli anni e che dopo due anni di “fermo obbligato” torna a invadere viale della libertà ad Aradeo.

Sei i carri allegorici di prima categoria che sfileranno in parata e che offriranno uno spettacolo unico. Quindici i gruppi mascherati in preparazione che si sfideranno a suon di coreografie e costumi colorati. Oltre millecinquecento i figuranti in costume provenienti sia dal comune salentino che dai paesi limitrofi, ormai presenze fisse della manifestazione e che sicuramente fino al 19 Febbraio aumenteranno.

Confermate in entrambe le serate la “festa in piazza” del Carnevale, con la musica dal Central Stage selezionata da dj aradeini e di Radio RNS. Conduce le serate Tekemaya e a breve si annunceranno i nomi degli altri ospiti della kermesse.

Due le iniziative media della kermesse:

· Domenica 19 la “Diretta Tv Streaming” della sfilata – organizzata dal gruppo media Ditutto (media partner ufficiale della kermesse) e da LecceVideo

· Martedì 21 lo “Sciacuddhruzzi Tour”, coordinato dall’Assessorato alla Cultura, che ospiterà quindici tra giornalisti, instagrammer e blogger che racconteranno live le emozioni e le storie della kermesse sui loro canali media.

La manifestazione di quest’anno è dedicata al compianto sindaco di Aradeo Luigi Arcuti, che prima di diventare primo cittadino è stato per anni il Presidente del Gruppo Carnevalesco Aradeino “Oscar Tramacere”, con il merito di aver portato l’evento del Carnevale Aradeino ai livelli che tutti conosciamo.

L’inizio della sfilata carnevalesca è per le ore 15:30 di Domenica 19 Febbraio, con il carico di coriandoli e di entusiasmo tipici del Carnevale Aradeino. L’evento è Patrocinato dal Comune di Aradeo, Provincia di Lecce – Salento d’Amare e Regione Puglia.

VOCAL BLUE TRAINS: ESCE “HOTLINE BLING”

VOCAL BLUE TRAINS: ESCE “HOTLINE BLING”

Dal 27 gennaio 2027 è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming digitale “Hotline Bling”, il nuovo singolo dei Vocal Blue Trains.

“Hotline Bling” è la cover dei Vocal Blue Trains del celebre brano di Drake.
Bastano pochi secondi per capire subito che ci troviamo di fronte ad un esperimento non poco coraggioso: abituati alle sonorità marcatamente hip hop della versione originale in questo caso veniamo immediatamente trasportati in un rarefatto ambiente dalle tonalità new soul. La voce della cantante solista introduce il tema della canzone catturando l’ascoltatore con un timbro e una sensibilità che nulla hanno da invidiare alle grandi interpreti d’oltreoceano, ed il coro accarezza la melodia con dei tappeti vocali suggestivi e dai tratti gospel, il tutto incalzato da un arrangiamento strumentale elettronico che dona a questa over un senso di completa e contemporaneità assolutamente inedito, sopratutto se immaginato in un contesto di musica corale.

Aggiunge Alessandro, direttore dei Vocal Blue Trains, sul nuovo brano: “Abbiamo scelto un videoclip semplice e minimale, dalle tonalità underground ma al contempo ordinato e geometrico nei suoi contrasti. Il nostro obiettivo era quello di riuscire a rendere sia sonoramente che visivamente il nostro stile musicale, ossia quello di un progetto che cerca di fondere l’identità gruppo vocale con quella della band indie con un sound che potremmo definire un “gospel elettronico contemporaneo”.

Guarda il videoclip su YouTube: https://youtu.be/VpUFA-0njIc

I Vocal Blue Trains sono:
SOPRANO 1: Lucilla Fossi, Egle Ihle, Francesca Pieraccini, Giada Secchi
SOPRANO 2: Camilla Barbugli, Silvia Benincasa Kraus, Giulia Papalia, Chiara Santini, Diletta Zipoli
ALTO: Lucia Agostino, Carlotta Cocchi, Bianca De Astis, Alice Pinna, Lucia Sargenti
CONTRALTO: Benedetta Capecchi, Sofia Gori, Nadia Koski, Carmen Piritore, Giovanna Russo
TENOR 1: Marco Biagioli, Andrea Innocenti, Gianni Sarchi, Sandro Toncelli
TENOR 2: Matteo Benci, Gianluca Gabriele, Lorenzo Pacini, Archimede Pii, Alessandro Zanini
BARITONE: Lorenzo Braus, Pietro Cuppoloni, Daniele Melaccio

Biografia
I Vocal Blue Trains sono un gruppo vocale polifonico di 30 cantanti e musicisti, fondato e diretto da Alessandro Gerini, cantante, vocal coach e arrangiatore Italo-Polacco. Una realtà poliedrica che sposa l’impronta corale del gospel e della polifonia tradizionale con le moderne sonorità della musica elettronica e dell’ambient house.
In cinque anni hanno attirato l’attenzione a livello nazionale e internazionale grazie a importanti collaborazioni con artisti italiani e internazionali come Ultimo, Paul Phoenix componente del gruppo a cappella vincitore dei Grammy King’s Singers, l’attore e presentatore Gigi Proietti, il cantante soul americano Sergio Sylvestre, ed il gruppo Modà.
Il progetto conta oltre 100 concerti in Italia, Europa e Asia, e vanta prestigiose partecipazioni ad alcuni tra i più importanti festival internazionale come il Wien International Festival for Choirs and Orchestras (Austria), il Jeju International Choir & Symposium (Corea del Sud), il Concerto di Gala al Pantheon (Roma, Italia), il Pistoia Blues Festival (Italia) e il Moscow Sounds Festival (Mosca, Russia), dove sono stati il primo coro straniero a vincere il premio “Best Overall Performance”.
Dopo poche settimane dall’uscita di “Cry me a river”, “Hallelujah” è il nuovo singolo dei Vocal Blue Train in radio e in digital e dal 23 dicembre 2022.

Emiliano Milano inizia alla grande il 2023: dal Fellini ai Dance Music Awards

Emiliano Milano inizia alla grande il 2023: dal Fellini ai Dance Music Awards

Ciao Emiliano Milano (nella foto sulla sx, premiato come art director ai Dance Music Awards di qualche anno fa con Andrea Damante e Francesco Sarzi). Ci racconti cosa sono i Dance Music Awards, che tornano dopo la pandemia a premiare i dj, i professionisti e i locali più votati nello scenario italiano?

Sono una premiazione nata per individuare e valorizzare senza distinzione tutti coloro che operano nei vari ambiti della night life con particolare riferimento al settore della dance.

Come nel 2019 curerai la serata finale, questa volta a Villa Renoir a Legnano (MI), il 26 marzo ’23. Si sa che gli addetti ai lavori sono tra i più difficili da accontentare, eppure molti ricordano con piacere la serata finale al Qi Clubbing nel 2019 organizzata da te e dal tuo staff…

Nella precedente edizione abbiamo cercato di dare un cambio di marcia a tutto quello che era stato fatto precedentemente. Quest’anno cambiamo tutto di nuovo, credo stravolgendo ogni aspettativa. La manifestazione non si svolgerà più in una discoteca, ma in una location adatta a una vera e propria cena di gala. Villa Renoir credo sia il luogo perfetto per questo tipo di manifestazione.

Come la Top 100 DJs in cui l’organizzatore, il magazine DJ Mag UK conta solo i voti provenienti da tutto il mondo, anche i Dance Music Awards sono molto criticati da alcuni addetti ai lavori… Eppure si può votare chiunque ed il voto è gratuito. Che ci dici sulla formula del premio?

La formula delle votazioni è quella adottata per ogni tipo di concorso con un voto dettato dal pubblico come viene fatto per tutti qui programmi che si vedono alla TV. Abbiamo dato modo anche di poter votare poi anche ai responsabili regionali e ad una vera e propria giuria che fa parte del nostro settore.

I Dance Music Awards, Emiliano Milano, nascono per provare nella difficile impresa di unire gli addetti ai lavori del divertimento e della dance italiana… spiegaci tu perché non venire alla serata che stai organizzando a Villa Renoir sarebbe un errore, anche per chi non è il lizza per essere premiato.

Più un concorso, i DMA per me sono una Reunion tra addetti ai lavori. Credo che il nostro settore, dopo tutto quello che ha passato, abbia bisogno di manifestazioni come questa. Sarebbe un errore non venire, perché invece di pensare a chi vince o a chi perde, bisogna entrare nell’ottica che manifestazioni di questo tipo hanno modo di valorizzare il nostro lavoro e tutti quanti no. Mica solo chi vince.

Ci racconti qualcosa sulla tua avventura al Fellini?

Al Fellini sono arrivato in un momento difficile in cui il locale stava affrontando alcune difficoltà. E’ un avventura nuova, come tutti i progetti che poi inizio. E’ sempre un’avventura, anche se ovviamente conosco già molto bene le dinamiche di questa location, visto che avevo già in passato fatto parte della family, ovvero di chi lavora in questo importante locale. Da settembre ’22 a oggi abbiamo lavorato sodo, con la voglia di far bene e di riposizionare il Fellini ai piani alti, ovvero dove sta da sempre. Devo dire che ci stiamo togliendo molte soddisfazioni.

Quali sono, a tue parere, le nuove tendenze in ambito eventi, musica e divertimento?

Le tendenze di oggi ci portano molto lontano da quello che noi abbiamo sempre identificato come la vera e propria “Discoteca”. Non voglio dire che non esiste più, ma si fa sempre più difficile a impostare un prodotto musicale che si distacchi completamente da tutto quello che oggi gira sul web.

Che periodo sta vivendo il settore divertimento e delle discoteche, secondo te? Molti si sentono ancora “in crisi”, ma forse sbagliano. E’ in crisi il cinema (-49% rispetto al 2019), mentre il settore dei concerti live è in boom…

La crisi c’è stata prima della pandemia, durante la pandemia e esiste tutt’ora. Il 35% sei locali in Italia sono andati in rovina, il 25% si sono ridotti a fare una sola serata e quel 40% vive di luce propria ma con una grande fatica rispetto agli anni precendenti. Il cinema è in calo? Pensavo fosse morto. Dopo le uscite delle nuove piattaforme, come Netflix o Prime e tutte le altre… credo che sia sempre più difficile portare la gente al cinema. I concerti, il live e la facoltà di poter vedere il proprio idolo musicale dal vivo credo invece non abbiano prezzo.

Quando la pandemia bloccava l’Italia molti erano convinti che eventi e concerti non sarebbero ripresi velocemente… invece non è certo stato così. Tu, Emiliano Milano, che ne pensi?

Durante la pandemia tutti noi abbiamo pensato che tutto potesse finire, e molti dei miei colleghi hanno dovuto cambiare lavoro e “riinventarsi”. Basta però pensare a quei momenti: guardiamo il futuro e cerchiamo di essere più ottimisti possibile perché ne abbiamo bisogno!

04/02 Chris Liebing @ Bolgia – Bergamo

04/02 Chris Liebing @ Bolgia – Bergamo

Il 2023 del Bolgia di Bergamo procede all’insegna di un sound elettronico potente e irresistibile. Sabato 4 febbraio a far ballare il top club sull’A4 torna il dj producer tedesco Chris Liebing, da decenni simbolo e punto di riferimento della scena internazionale. Un artista dallo stile impareggiabile, che con il locale bergamasco negli anni ha stretto un legame speciale, indissolubile.

Chris Liebing è una leggenda dalla techno, un punto di riferimento nel mondo, grazie al suo suono sperimentale ed unico. Con dj set infuocati e pezzi che sanno colpire, porta avanti la filosofia legata al suo universo nonché etichetta, CLR, abbreviazione di ‘Create Learn Realize’, ossia ‘Crea, impara, comprendi’. Su Mute, label storica, è uscito lo scorso anno il bellissimo remix ad opera dei Radio Slave di “Another Day”, produzione firmata da Liebing con Ralf Hildenbeutel e la cantante Polly Scattergood. Mentre a fine gennaio 2023 Liebing pubblica direttamente sulla sua CLR un nuovo EP, “Love Those Who Fight With Passion”, il cui nome altro non è che l’unione delle due tracce che lo compongono, entrambe potenti, da togliere il fiato. Al mixer dai primi anni ’90, Chris Liebing ha fatto ballare decine di top party tra cui Cocoon o Music. A febbraio 2023, dopo aver fatto tappa al Bolgia, il 12 è atteso al Printworks di Londra, in compagnia di Charlotte de Witte e i 999999999. Con l’artista tedesco in console durante la stessa notte al Bolgia arriva pure Valentino, dj producer italiano, co-fondatore dell’etichetta Overtime Recordings, anche lui alfiere di una techno veloce e potente, perfettamente il linea con il sound sperimentale di Liebing. Chiudono il cerchio, in Main Room, MuDdler e Pando.

Nella Lab Room del Bolgia di Bergamo si fanno spazio invece talenti del mixer come Kickballas, Yell, Mae b2b Blackmanba, Andrea Sarri b2b Ilya Blinkov, Naigel b2b Francesco Catanzaro, Delafuente b2b D_Vergent ed Eliot. Il Bolgia apre alle ore 23.30 e si balla fino alle 6 del mattino.

Quello che vede sul palco del Bolgia di Bergamo il 4 febbraio ’23 il top dj producer tedesco Chris Liebing è soltanto l’ennesimo appuntamento d’eccellenza nel top club. Nelle scorse settimane, e per tutta la stagione passata, si son esibiti top dj della portata di Sam Paganini, Len Faki, Ilario Alicante, Luca Agnelli, Sidney Charles, Piero Pirupa, Leon, Raffa FL, Wade & Fer Mesa, Pan-Pot, I Hate Models, Marco Faraone, Joseph Capriati.
04/02 Chris Liebing @ Bolgia – Bergamo

Info e prenotazioni:
https://www.bolgia.it/chris-liebing/

Bolgia
via Vaccarezza 9, Osio Sopra (Bergamo) A4: Dalmine
info: 338 3624803, dalle 23.30 alle 6 del mattino

Nuovi piatti e scenario da sogno a La Terrazza @ Domina Coral Bay – Sharm El Sheikh

Nuovi piatti e scenario da sogno a La Terrazza @ Domina Coral Bay – Sharm El Sheikh

Con la nuove proposte de La Terrazza, uno dei 5 ristoranti alla carta di Domina Coral Bay a Sharm El Sheikh, l’offerta dei ristoranti d’eccellenza di questo resort deluxe cresce ancora.

Il nuovo menu de La Terrazza guarda soprattutto all’Italia. Il nuovo chef è italiano, così come il nuovo maître e parte dello staff, che va ad aggiungersi alla già rodata brigata formata da professionisti egiziani. “La Terrazza è un ristorante internazionale, ma guarda all’Italia come all’atlante della nostra ispirazione, a una mappa di sapori che non abbiamo mai smesso di esplorare”, spiega Manuel Dallori, corporate director di Domina. “Menù dopo menù, nei nostri ristoranti e con il nostro modo di accogliere gli ospiti, raccontiamo la nostra storia”.

A cena La Terrazza @ Domina Coral Bay – Sharm El Sheikh propone, tra gli altri piatti, caponata di melanzane, bruschettone con salmone e bufala, risotto alla marinara, fettuccine all’aragosta, branzino al fuoco, scottona e tiramisù. Nel menu non mancano ottime pizze, disponibili anche a pranzo, quando si sceglie tra fresche insalate e tante altri piatti, tutti o quasi diversi da quelli proposti per cena: tra gli altri, spaghetti con tartare di gamberi, entrecote ai ferri, frittura di pesce e parfait di mandorle con colata di cioccolato. Non è tutto: tre volte la settimana, ogni martedì, giovedì e sabato sera la cena a La Terrazza è accompagnata da musica dal vivo. Spesso poi prendono vita eventi a tema. Il menù della cena del 21 dicembre, ad esempio, propone piatti ispirati alla tradizione siciliana.

Il cibo, però, in un ristorante non è tutto, anche l’ambiente e la vista servono a rilassarsi davvero. La Terrazza ha una vista rilassante sulla spiaggia e sul molo privato da cui si parte in barca per divertirsi facendo diving e snorkeling. Ed è aperto anche a colazione.

Domina Coral Bay è quindi oggi ancora di più in grado di accontentare le aspettative dei viaggiatori gourmet: oltre ai piatti d’ispirarazione italiana de La Terrazza, ecco quelli di The Beach Luxury Club, che mette insieme tradizione italiana e piatti fusion; Le Plaisirs, il ristorante del Domina Prestige Hotel, dalla colazione alla cena rilassa con il suo menù italiano ed internazionale; la Steakhouse propone soprattutto carni alla griglia accompagnate dalle verdure colte nell’Ernesto’s Farm; La Piazzetta, infine, propone piatti della cucina mediterranea e ottime pizze, cotte nel tradizionale forno a legna.

Cos’è Domina
https://www.domina.it/

Da più di 30 anni, milioni di ospiti da tutto il mondo vivono emozioni uniche e indimenticabili negli hotel e nei resort Domina. La cultura italiana di tutte le realtà del gruppo è il segreto del successo di una marca che fa dell’innovazione il suo spirito guida. Tra le strutture gestite dal gruppo, l’immenso Domina Coral Bay Hotel, Resort, Spa & Casino a Sharm El Sheikh; Domina Zagarella Sicily; Domina Borgo degli Ulivi sul Garda; Domina Milano Hotel & Congress; Domina St. Petersburg; Domina Novosibirsk; Domina PK Parkhotel Kurhaus. Domina, happiness in your free time.
//

mail sent by:

lorenzo tiezzi / ltc – lorenzo tiezzi comunicazione / pr agency / ufficio stampa / brescia – milano, Italy / lifestyle, music & all the rest
+39 33 93433962 / ufficiostampa / skype lorenzotiezzi /
HI RES PHOTOS & infos on our clients: lorenzotiezzi.it
NO SPAM? BASTA COMUNICATI? rispondici stop – write us: stop (decreto legislativo n. 196/2003)
wanna rock? check alladiscoteca.com, our lifestyle & music blog

Alberto Salaorni & Al-B.Band: il 27/01 live @ Floor – Bardolino (VR) con Dj Cristiano

Alberto Salaorni & Al-B.Band: il 27/01 live @ Floor – Bardolino (VR) con Dj Cristiano

Venerdì 27 gennaio ’23 al Floor – Bardolino (VR) va in scena una serata particolare: sul palco infatti, insieme ad Alberto Salaorni & AL-B.BAND c’è DJ Cristiano, ovvero Cristiano Taccon. Insieme, questa storica compagine artistica ha animato a lungo l’atmosfera di importanti locali quali: Hollywood (Bardolino), Ombelico (Verona), Soul Kitchen (Bolzano), Inferno (Isola d’Elba), Calamara (Fano)…

Quando i professionisti vanno sul palco c’è sempre da divertirsi.
Quando lo fanno insieme, le emozioni arrivano ancora di più.

Chi cerca il massimo, sa che il divertimento fa rima con le ore che si vivono quando sul palco va la Al-B.Band di Alberto Salaorni non si dimenticano. La Al-B.Band infatti è un gruppo capace di far scatenare ogni tipo di pubblico. Da 15 anni i loro concerti, che spesso sono dinner show scatenati, fanno divertire l’Italia e non solo. Riassumendo, sono in tournée da una vita. Il loro slogan è: “live music is back in fashion”, ovvero la (bella) musica dal vivo è tornata di moda.

Un concerto di questa formazione veronese, la Al-B.Band, una volta vissuto, lo si dimentica difficilmente. Per le canzoni e per l’energia che i musicisti regalano. Guidati da Alberto Salaorni, non hanno mai una scaletta definita. Passano da un brano all’altro a seconda dell’atmosfera e del feedback del pubblico. E le loro scelte sono sempre originali. Ad esempio, la Al-B.Band raramente ripropone le canzoni di Vasco Rossi e Ligabue, preferendo quelle di Battisti, Mina o grandi successi anni ’70, col risultato che il sound di questa formazione risulta molto originale, una caratteristica molto rara nel panorama musicale di questi anni. Sul palco con Alberto Salaorni (chitarra e voce) e lo storico bassista e produttore Davide Rossi, in ordine sparso, di solito ci sono: Irene De Pacalis (voce), Andrea Mai (tastiere), Luca Modena (batteria e percussioni).

Periodicamente la Al-B.Band registra e pubblica brani originali, molti dei quali sono inseriti nell’album “Megaphone” disponibile su tutte le piattaforme digitali (ad esempio Spotify) e su cd.
La Al-B.Band su Instagram
https://www.instagram.com/al_b.band/
//

Alberto Salaorni & Al-B.Band: il 27/01 live @ Floor – Bardolino (VR) con Dj Cristiano

Alberto Salaorni & Al-B.Band: il 27/01 live @ Floor – Bardolino (VR) con Dj Cristiano

Venerdì 27 gennaio ’23 al Floor – Bardolino (VR) va in scena una serata particolare: sul palco infatti, insieme ad Alberto Salaorni & AL-B.BAND c’è DJ Cristiano, ovvero Cristiano Taccon. Insieme, questa storica compagine artistica ha animato a lungo l’atmosfera di importanti locali quali: Hollywood (Bardolino), Ombelico (Verona), Soul Kitchen (Bolzano), Inferno (Isola d’Elba), Calamara (Fano)…

Quando i professionisti vanno sul palco c’è sempre da divertirsi.
Quando lo fanno insieme, le emozioni arrivano ancora di più.

Chi cerca il massimo, sa che il divertimento fa rima con le ore che si vivono quando sul palco va la Al-B.Band di Alberto Salaorni non si dimenticano. La Al-B.Band infatti è un gruppo capace di far scatenare ogni tipo di pubblico. Da 15 anni i loro concerti, che spesso sono dinner show scatenati, fanno divertire l’Italia e non solo. Riassumendo, sono in tournée da una vita. Il loro slogan è: “live music is back in fashion”, ovvero la (bella) musica dal vivo è tornata di moda.

Un concerto di questa formazione veronese, la Al-B.Band, una volta vissuto, lo si dimentica difficilmente. Per le canzoni e per l’energia che i musicisti regalano. Guidati da Alberto Salaorni, non hanno mai una scaletta definita. Passano da un brano all’altro a seconda dell’atmosfera e del feedback del pubblico. E le loro scelte sono sempre originali. Ad esempio, la Al-B.Band raramente ripropone le canzoni di Vasco Rossi e Ligabue, preferendo quelle di Battisti, Mina o grandi successi anni ’70, col risultato che il sound di questa formazione risulta molto originale, una caratteristica molto rara nel panorama musicale di questi anni. Sul palco con Alberto Salaorni (chitarra e voce) e lo storico bassista e produttore Davide Rossi, in ordine sparso, di solito ci sono: Irene De Pacalis (voce), Andrea Mai (tastiere), Luca Modena (batteria e percussioni).

Periodicamente la Al-B.Band registra e pubblica brani originali, molti dei quali sono inseriti nell’album “Megaphone” disponibile su tutte le piattaforme digitali (ad esempio Spotify) e su cd.
La Al-B.Band su Instagram
https://www.instagram.com/al_b.band/
//